Dal blog di un gruppo di “simpatizzanti politici della libertà”, scorgo la news di raccolta firme che verrà fatta in piazza nei prossimi giorni.

Le domande mirano a sfruttare le paure degli elettori che verranno confusi e demagogicamente illusi.

Proprio il partito del più attivo promotore delle Leggi ad personam che riducono e sminuiscono il lavoro della giustizia nei confronti dei delinquenti, viene l’appello ad una nuova riforma che dia più garanzia di sicurezza ai cittadini. Ma come mi domando io: prima si allegeriscono e impoveriscono le leggi, e poi dopo che le varie prescrizioni hanno messo in salvo tutti gli “amici del partitino”, si chiede nuove maggiori garanzie!?

C’è da credergli?

Ecco quà il testo dei quesiti dal blog dei giovani della libertà:

Ecco il questionario nei gazebo l’1 e 2 marzo

Ecco un’anticipazione del questionario che verrà presentato nei gazebo organizzati dal Popolo della Libertà per i giorni 1 e 2 marzo.

Gazebo PDL

Ridare sicurezza alle nostre città

  1. Prevenzione dei reati. Diffusione della presenza dei Poliziotti e dei Carabinieri di quartiere.
  2. Nuovi fondi per le forze dell’ordine, per l’equipaggiamento e per i mezzi in loro dotazione.
  3. Rafforzamento del contrasto all’immigrazione clandestina e lotta contro i trafficanti di esseri umani.
  4. Certezza della pena senza sconti per i condannati con sentenza definitiva pericolosi per gli altri.
  5. Costruzione di nuove carceri e apertura delle strutture penitenziarie già realizzate ma non ancora attive.

Dare più forza alla famiglia

  1. Abolizione totale dell’ICI sulla prima casa.
  2. “Bonus bebè” per ogni nuovo figlio naturale, in affido o adottato.
  3. Quoziente familiare. Chi ha più figli deve pagare meno tasse.
  4. Deduzione delle spese per i figli disabili e per gli anziani a carico.
  5. Sostegno alle famiglie per una effettiva libertà di scelta tra scuola statale e scuola privata.

Creare sviluppo e nuovo lavoro

  1. Detassazione integrale degli straordinari.
  2. Detassazione graduale della 13ª mensilità.
  3. Obbligo di versamento dell’IVA solo dopo l’avvenuto incasso della fattura.
  4. Riduzione graduale dell’IVA sul turismo.
  5. Rilancio e completamento delle grandi opere: strade, autostrade, alta velocità, Ponte sullo Stretto ecc..

credits: blog giovani della libertà

Annunci