You are currently browsing the monthly archive for settembre 2008.

IL TESTO DELL’ESPOSTO ALLA CORTE DEI CONTI

Firenze, 15 maggio 2008

Nei giorni scorsi abbiamo denunciato (1) come il Comune di Firenze abbia sprecato milioni di euro pubblici per l’ennesima opera inutile: il sempre-vuoto parcheggio di Piazza Alberti, che per le sue qualita’ estetiche e’ stato ribattezzato dai fiorentini ‘la zanzariera’.

Nei momenti di punta, nel parcheggio non vi sono piu’ di 30 automobili,tutte posteggiate al piano terreno. Gli altri 5 (cinque) piani risultano del tutto inutilizzati.Il parcheggio ha una capienza di 662 posti auto a 18moto, oltre a box e posti auto in vendita e mai venduti.

Nel 2003 il Comune prometteva che i lavori di risistemazione avrebbero consegnato ai fiorentini e agli abitanti del quartiere una piazza completamente nuova, con un aumento della superficie di circa 7500 mq. Cosa mai avvenuto, in quanto il parcheggio si estende oltre la superficie dell’ex-deposito Ataf, occupando cosi’ parte della piazza.  Sempre secondo quanto promesso dal comune, il project financing ‘Firenze Mobilita”, gestore della struttura, prevedeva che la spesa fosse esclusivamente a carico di capitali privati (costo previsto 16,193 mln di euro). Ed e’ proprio questo il capitolo piu’ oscuro rispetto al gettito di denaro pubblico in questo genere di servizi, ovvero quello riguardante il“project financing” Firenze Mobilita’, soggetto che per il 17% appartiene a Firenze Parcheggi e ad altre societa’ a capitale misto pubblico-privato (tra cui C.C.I.A.A. di Firenze, Aeroporto di Firenze S.p.A.). Non solo, ma il 10 marzo2008, l’assessore uscente alla Finanza di progetto, Tea Albini, ha annunciato in Consiglio Comunale che Firenze Parcheggi deve acquisire il 52% di Firenze Mobilita’.

Si tradisce cosi’ la logica alla base dei project financing, che nascono dalla radicale divisione di compiti e costi fra pubblico e privato. Visto che il parcheggio e’ vuoto e quindi a rimessa, sono perlomeno poco trasparenti le motivazioni che hanno spinto i privati a parteciparvi.  Ricordiamo inoltre che i lavori dovevano concludersi entro il 2005, ma tutt’oggi e’ lontana dall’essere completata la parte del centro commerciale.

Qui il testo dell’esposto che comunque e’ integralmente riportato a seguire: http://www.aduc.it/dyn/documenti/docu_mostra.php?id=220184 (1) http://www.aduc.it/dyn/comunicati/comu_mostra.php?id=219947

Ecc.ma PROCURA REGIONALE DELLA TOSCANA DELLA CORTE DEI CONTI

ESPOSTO-DENUNCIA

presentato dall’Associazione per i Diritti degli Utenti e Consumatori(Aduc), con sede in Firenze, via Cavour 68, tel.055290606, fax 0552302452, npersona del legale rappresentante, Vincenzo Donvito, nato a Gioia del Colle(Bari) il 20 febbraio 1953.

LE PREMESSE

Inaugurato il primo dicembre 2007, il maxi parcheggio di Piazza Alberti a Firenze è pressoché sempre vuoto. Nei momenti di punta, non supera le 30 automobili, tutte naturalmente posteggiate al piano terreno. Gli altri 5piani risultano comunque del tutto inutilizzati. Il parcheggio ospita in totale 662 posti auto a 18 moto, oltre a box e posti auto in vendita e mai venduti.

La struttura, dal discutibile impatto visivo e urbanistico (tanto che i fiorentini lo chiamano dispregiativamente “la zanzariera”) è composto da tre piani fuori terra e da uno spazio interrato. “Il parcheggio bello e deserto”, titola un articolo di Repubblica del 6febbraio 2008, a firma di Gaia Rau, dove si legge: “quasi 700 posti auto nuovi di zecca. E completamente deserti”. “Il problema -prosegue l’articolo-non sembrano neanche le tariffe: al momento sono in vigore quelle‘promozionali’ (50 centesimi la prima ora, un euro la seconda), non certoproibitive. Fatto sta che adesso, a maggio, ogni frazione oraria è stata portata a 1,50 euro.  La variazione di tariffa è soltanto la prima delle promesse non mantenute dai realizzatori e dai responsabili di questa enorme costruzione. Nel periodico del Quartiere 2, “Campo di Marte”, febbraio-marzo 2004, si leggeva che finalmente “Piazza Alberti rinasce e raddoppia”.

Il Comune allora prometteva “i lavori di risistemazione che consegneranno ai fiorentini e agli abitanti del quartiere una piazza completamente nuova, con un aumento della superficie di circa 7500 mq. Il project financing “FirenzeMobilità”, che gestisce l’intervento, realizzato grazie al concorso esclusivo di capitali privati (costo previsto 16,193 mln di euro), prevede di terminare l’opera nel luglio del 2005. Guardando le carte, risalta subitoche, a lavori finiti, ci sarà uno spazio più che raddoppiato rispetto ad’oggi, con molte novità. Infatti al posto del deposito sorgeranno una piazza pubblica, aree verdi pedonali, una zona commerciale di 2403 mq con uffici e negozi da affittare a libero mercato, 16 unità residenziali (…)”.

Come documentiamo nel video dell’allegato 1, tuttora tutti questi interventidi abbellimento non sono terminati e, soprattutto, quelli completatiappaiono in totale contraddizione con quanto promesso dal Comune. Infatti,come si leggeva già nel luglio 2002 nel periodico della Confesercenti“Mercurio”, “attorno al parcheggio fuori terra è prevista un’area pedonale in parte a verde e in parte lastricata. Si prevede quindi la creazione di una piazza che degrada dolcemente verso il parcheggio multipiano e che potrà essere utilizzata d’estate anche per proiezioni e spettacoli all’aperto”.Come si evince dal video, quest’area è costruita in maniera tale e con talibarriere architettoniche, da rendere impossibile qualsiasi attività di aggregazione sociale.

Eppure, ancora il giorno dell’inaugurazione,l’assessore alla finanzia di progetto Tea Albini, diceva di sperare (si noti la diminuzione di certezza) “che questa piazza, che in precedenza era il deposito dell’Ataf, possa essere un luogo di incontro e di socializzazione per gli abitanti del quartiere”.Fatto sta che non solo la piazza è comprensibilmente sempre deserta, ma che deserto è appunto il parcheggio.

Domandiamo quindi quale sia l’utilità di un parcheggio perennemente vuoto e che quindi dimostra di non essere ritenuto necessario nel quadro urbanistico della città. Ma il capitolo più oscuro,rispetto al gettito di denaro pubblico in questo genere di servizi, è quello riguardante il “project financing” Firenze Mobilità.

La società Firenze Parcheggi è stata costituita il 19 gennaio 1988 tra Comune di Firenze, Camera di Commercio, Azienda Autonoma di Turismo ed alcuniistituti di credito, assicurativi e finanziari, ed è riconosciuta comestrumento operativo dell’amministrazione comunale nella gestione della sosta cittadina degli autoveicoli privati con deliberazione del C.C. n. 5330 del30/12/1996.

A Marzo 2008, il suo capitale risulta al 49,7% del Comune di Firenze, CCIAA Firenze 6,02%, Ataf 5,19%, Regione Toscana 1,57%, Ferservizi1,57%, Comune di Scandicci 0,49%, Monte dei Paschi di Siena 10,07%, altre banche 17,93%, la Fondiaria 2,23%, Fino per 0,3%, Autostrade 5,36%.Il project financing “Firenze Mobilità” è così costituito: Denominazione Capitale posseduto Azioni possedute Quota PROJECT COSTRUZIONI SCARL 3.199.568,00 3.199.568 43,73% CCIAA DI FIRENZE 1.500.000,00 1.500.000 20,50%FIRENZE PARCHEGGI SPA 1.304.350,00 1.304.350 17,83% SCAF SCARL 731.740,00 731.740 10,00%AEROPORTO DI FIRENZE S.P.A. – ADF S.P.A.290.870,00 290.870 3,98%SERVIZI & PROMOZIONI SRL 232.696,00 232.696 3,18% Coop. Unica Scarl 58.175,00 58.175 0,80%

Questo parcheggio fa parte del sempre meno trasparente project financing“Firenze Mobilità”. Lo spirito con cui il Comune aveva affidato la costruzione e la gestione di 5 parcheggi a Firenze, tra cui quello di Piazza Alberti era il seguente: la parte privata si assume l’onere dell’investimento, in cambio di un servizio pubblico, e per un certo numero di anni i proventi di quel servizio vanno sempre alla parte privata, fino a quando la parte pubblica non entrerà in possesso effettivo della struttura.

Ci domandiamo allora, se stessero ancora così le cose, quale vantaggio maipossa ricavare questa parte privata da un parcheggio vuoto. O, più probabilmente, bisogna indagare su quale sia l’effettiva partecipazione delcapitale pubblico, attraverso la Firenze Parcheggi, in “Firenze Mobilità”.Infatti il 10 marzo 2008, in Consiglio Comunale l’assessore Albini ha ricordato che Firenze Parcheggi deve acquisire il 52% delle quote di”Firenze Mobilità”, dall’attuale 17,82% di azioni, per un esborso di circa 2milioni e 600 mila euro.

Vi è quindi il forte sospetto che dapprima si sia affidato il project financing ad un gruppo di società esterne al Comune eche successivamente il Comune, attraverso Firenze Parcheggi, abbia ripreso il controllo del project.

SI CHIEDE

alla luce delle osservazioni qui formulate di accertare i fatti descritti in premessa per verificare se il Comune di Firenze abbia arrecato un danno all’erario.

SI CHIEDE

altresi’, a norma degli artt. 90 e 408 c.p.p., di essere sentita per fornire elementi di prova nonche’ di essere informata dell’eventuale archiviazione della presente istanza. Con osservanza,Vincenzo Donvito

Allegati:

Si allega su DVD il video-inchiesta dell’Aduc ‘Il parcheggio di Piazza Alberti, ovvero la prospettiva del Cemento

Fonte: comitati dei cittadini

first run of an electric converted fiat 500 F.
10 Kw separate excitation motor.
96 Volts 100 Ah Lithium polymer batteries.
My dream since 2005 made true thanks to the association I founded, Euro Zev.

http://www.eurozev.org/Cinquino.htm

Leh- Man, ciao. Come va?
Man- Non molto bene. Mi sento un po’ giù, fratello mio.
Leh- Anch’io, mi sento come se mi fosse crollato il mondo addosso.
Man- Ho una vita attiva, fatta di azioni, e quando mi fermo…
Leh- Ma cosa hai fatto all’indice? E’ tutto rosso!!
Man- Ma niente! son dei call che mi prudono, e son diventati rossi
Leh- Porca c…
Man- Non bestemmiare! Ti vedo in mini-short stamattina…come mai?
Leh- Mi prendo una vacanza, una long…longhissima vacanza!

Leh- Mi prendo una vacanza, una long…longhissima vacanza!
Man- Fai bene! Hai delle brutte borse sotto gli occhi.
Leh- Non mi parlare di borse, per favore!
Man- Come vuoi.
Leh- Tu, piuttosto, che farai?
Man- Mi dedicherò al latte e i suoi derivati, con tutte le persone che abbiamo munto, qualcosa dev’essere rimasto.
Leh- Lascia stare i derivati: non sai mai che ci mettono dentro.
Man- Ma no, che hai capito: mi riferivo a Parmalat, alla fine si son salvati tutti…loro, voglio capire come hanno fatto.
Leh-Ah!

scritto da: wildtrend

liberamente tratto dal forum FinanzaOnline

da film: Yorick

“…non ridi più adesso amico mio…”

“..ti sono cadute le ganasce amico mio, a forza di ridere…”

COMUNICATO STAMPA
Firenze, 24 Settembre 2008
DE ZORDO (UNALTRACITTÀ): «ADERISCO ALLA MANIFESTAZIONE DI SABATO CONTRO LE RIMOZIONI DELLE BICI»
Questo il testo dell’intervento di Ornella De Zordo, capogruppo di Unaltracittà/Unaltromondo:

«Parteciperò alla manifestazione organizzata da “Firenzeinbici” sabato mattina alle ore 10,30 in piazza dei Ciompi, sul luogo dell’ultima razzia di biciclette compiuta il 22 settembre dalla polizia municipale. In appoggio alle proteste dei ciclisti ho presentato una mozione in Consiglio Comunale, chiedendo la sospensione immediata dei blitz e delle rimozioni delle bici da parte della polizia muncipale fino a gennaio 2009, impegnando la Giunta a installare nuove rastrelliere in numero e tipologia adeguati nel territorio comunale. Ma la maggioranza ha preferito bocciare la mozione, per timore di rimettere in discussione il Regolamento di Cioni. Eppure è stata momentaneamente sospesa la norma del Regolamento che vieta di gettare a terra i mozziconi di sigaretta, in attesa che siano installati contenitori idonei nelle strade, mentre non si applica la stessa comprensione per i ciclisti che sono virtuosi per la loro mobilità ‘non-inquinante’ e che non possono parcheggiare nei posti consentiti, perchè le rastrelliere disponibili sono largamente insufficienti».

Lo scec come soluzione contro l’invasione dei centri commerciali.

La salvezza del bottegaio e della comunità locale.

www.arcipelagotoscana.org

Blog Stats

  • 94,126 hits
hit counters

hit counters

free blogger

Esprimente le vostre opinioni personali lasciando un commento al post che v'interessa...non vi preoccupate se dovete lasciare l'email ,rimane completamente anonima!

Passaparola

passaparola

Post più letti

a

V2-Day

"Meglio avere la propria mente occupata a comporre la soap opera della propria vita che sonnecchiare di fronte a quella di qualcun altro". Steven Johnson

orologio