Ormai dopo qualche giorno dal terremoto dell’Abruzzo, atterriti dalle immagini e dalle notizie, ripenso a tutto ciò che è successo.

Lunedì notte, la mattina presto, pochi minuti dopo le prime scosse, la notizia viaggiava sul web, il cinguettio di Twitter, i gruppi di aiuto su Facebook, i video su Youtube, i blog dei tanti italiani che hanno vissuto in primo piano il terremoto, davano la notizia.

Il mondo sta cambiando velocemente, e tutto questo cambiamento avviene tramite la condivisione delle informazioni.

Negroponte lo scriveva in un suo libro 15 anni fà, ed adesso si sta avverando.

La rete, con telefono fisso o col telefono mobile, pemette di essere tutti connessi, istantaneamente.

Guardate questo video:

http://www.international.rai.it/mediacenter/frontend/programma.php?cat=71&id_video=1617

Annunci