You are currently browsing the tag archive for the ‘magistratura’ tag.

(AGI) – Milano, 30 gen. – L’ultimo capitolo di una delle trame piu’ prolisse della storia giudiziaria di Silvio Berlusconi, quella che riguarda l’affare Sme, si “brucia” in dieci minuti.

Tanto basta al pubblico ministero Ilda Boccassini e all’avvocato Niccolo’ Ghedini per avanzare le loro richieste, e ai giudici per consumare una camera di consiglio ‘lampo’ e uscirne col verdetto. Prosciolto perche “il fatto non e’ previsto dalla legge come reato”: la sentenza sorride ai legali del Cavaliere, che avevano chiesto questa formula, meno alla “toga” da sempre rivale di Berlusconi sui terreni della giustizia. La Boccassini aveva domandato il proscioglimento per intervenuta prescrizione, ma il collegio, presieduto da Antonella Bertoia, non ha avuto dubbi: la legge sul falso in bilancio, voluta proprio dall’esecutivo dell’ex premier, ha depenalizzato la materia oggetto del giudizio.

fonte: http://www.agi.it/milano/notizie/200801301954-cro-r012791-art.html

Un Paese come l’italia dove se hai i soldi e un pool di buoni avvocati non vai in galera nemmeno se ammazzi qualcuno in diretta tv era impensabile che Silvio venisse condannato per reati di bilancio. Ma in questo post voglio sottolineare la grandezza di quest’uomo. Da esperto conoscitore di come vanno le cose, Silvio lo sapeva che tirando per le lunghe il processo il suo caso sarebbe caduto in prescrizione, ma il Berlusca è uno che non si accontenta, è uno che vuole tutto. Prescrizione è un termine che puzza, soprattutto ora che dovrebbe tornare al governo. Innocente è la parola che ci vuole vicino al suo cognome, e poco importa se la legge che lo assolve se l’è fatta da solo… fin quando compra giocatori come Kakà e Pato…

Per dovere di cronaca, dallo stesso articolo il commento di Ghedini e’ di contenuta soddisfazione. “E’ una sentenza che arriva in ritardo – dice – anche se la Procura e il Tribunale di Milano avevano fatto di tutto per evitarla”. Silvio Berlusconi era accusato di aver falsificato i bilanci della Fininvest dal 1986 al 1989 per creare la provvista necessaria a corrompere i giudici romani nella vertenza sulla compravendita della Sme, il colosso agroalimentare pubblico dell’Iri. Nel procedimento principale, Berlusconi era stato assolto in via definitiva dalla corruzione. Lo stralcio sul falso in bilancio aveva vissuto un’impasse determinata dal tentativo di far modificare la riforma dell’esecutivo di centrodestra da parte della magistratura, dapprima investendo della questione la Corte Europea, poi la Consulta. Nessuna delle due, pero’, aveva cambiato i contenuti della normativa e il processo, a lungo “bloccato”, era stato assegnato alla prima sezione penale per il verdetto piu’ scontato tra quelli che hanno coinvolto il Cavaliere. “La modifica del 2002 – chiosa Ghedini – era corretta e rispondente alle direttive comunitarie, come hanno detto anche i giudici europei e la Corte Costituzionale, per cui a Milano sono stati costretti a celebrare un processo che e’ finito come doveva finire”. (AGI)

fonte Credits: Ulisse

Pubblicità
Comunicato stampa Unaltracittà/Unaltromondo
De Zordo: “C’è voluta la magistratura per capire i danni del Project”
Torniamo oggi a parlare del project Firenze Mobilità a causa dell’azione della magistratura che vuole vedere chiaro sull’aumento di 3 milioni di euro relativi ai lavori del sottopasso della Fortezza. Milioni che, beninteso, si doveva accollare il Comune. Bene ha fatto Gaetano Di Benedetto, responsabile del project, a dare le dimissioni; ma avremmo voluto che i guasti del Project ‘Firenze Mobilità‘ non fossero emersi per via giudiziaria, bensì attraverso le analisi critiche che da tempo sono state condotte; prendiamo atto che ancora una volta è la magistratura e non un confronto sui progetti nè una valutazione su vantaggi e svantaggi per l’amministrazione nel rapporto con i privati a determinare dei cambiamenti in questa città.

Se dovessimo spegare ai non addetti ai lavori cos’è il Project alla fiorentina diremmo che la ricetta è semplice: Firenze Parcheggi, società a prevalente partecipazione pubblica (leggi Comune di Firenze), gestisce tre parcheggi in città, e versa un canone a Firenze Mobilità, società a prevalente presenza privata (leggi banche e l’onnipresente costruttore Baldassini-Tognozzi-Pontello). I canoni però sono così alti che le entrate non sono sufficienti a coprirli, neppure nel caso dell’unico parcheggio che si riempie, cioè quello di piazza Beccaria; figurarsi per gli altri due.Quindi Firenze Parcheggi si indebita, mentre Firenze Mobilità riscuote puntualmente milioni di euro pubblici.

Eccolo il Project alla fiorentina: i rischi e le perdite vengono accollate al pubblico, i guadagni, garantiti anche da previsioni gonfiate, ai privati. Sempre i soliti. A dirlo finora eravamo in pochi. Ora però è la Procura che indaga sui tre parcheggi costruiti con lo strumento del project financing e stanno emergendo scenari da brivido. L’indagine riguarda le modalità del contratto ma anche le valutazioni dei costi aggiuntivi e dei mancati guadagni che i costruttori hanno dichiarato e fatto gravare sulle casse del Comune. Che si accingeva a pagare 10 milioni di euro, ora, apprendiamo, ridotti a 7, grazie all’approfondimento seguito dall’azione della Procura. E’ normale, sono le regole del project, affermava l’assessore al bilancio, ascoltata come testimone dai magistrati. Ancora più sorprendenti le parole utilizzate dal sindaco Domenici per togliersi d’impaccio dall’indagine della Corte dei Conti: “Con il project financing il Comune non realizza direttamente le opere né ne è il controllore.” Esattamente quello che avevamo detto noi; ma ci avevano risposto che il Project è uno strumento neutro. Dunque i casi sono due: o lo strumento non è neutro e finisce per tutelare sempre i privati (come sostiene un’autorevole scuola di pensiero) o l’amministrazione fiorentina non sa gestirlo. Ma allora perché nella costruzione delle opere pubbliche si ostina a prediligerlo? E con queste premesse come possiamo stare tranquilli per il Project delle linee 2 e 3 della tramvia?

per saperne di più:

http://www.unaltracittaunaltromondo.it/index.php?name=News&file=article&sid=521

Link utili:

Firenze Mobilità spa

Firenze Parcheggi spa

BTP Spa

CPF Costruzioni

Blog Stats

  • 98.422 hits
hit counters

hit counters

free blogger

Esprimente le vostre opinioni personali lasciando un commento al post che v'interessa...non vi preoccupate se dovete lasciare l'email ,rimane completamente anonima!

Passaparola

passaparola

a

V2-Day

"Meglio avere la propria mente occupata a comporre la soap opera della propria vita che sonnecchiare di fronte a quella di qualcun altro". Steven Johnson

orologio